MEIS – Ferrara (FE)

Pubblicato il Pubblicato in Certificati, Edilizia

PROGETTO

INFORMAZIONI SUL PROGETTO

meis735_01
meis735_05

  • Tipo di Edificio Edificio in Muratura Multipiano
  • Stato del progetto In costruzione
  • Anno 2015-2017
  • Superficie lorda dell'edificio 2.113 (ASL)
  • Tipo di protocollo GBC Historic Building
  • Livello di certificazione GOLD
  • Committenti Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
    • DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELL’EMILIA-ROMAGNA
      • Responsabile del procedimento Arch. Carla Di Francesco
  • Sito web http://www.meisweb.it/

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

meis735_02
meis735_06

 

L’ex carcere giudiziario di via Piangipane a Ferrara diventerà Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah. Fu nel 1912, in soli quattro anni, che il carcere fu costruito. Seicentotrentamila lire, questa l’ingente cifra investita sul progetto redatto dagli ingegneri Bertotti e Facchini dell’Ufficio Genio Civile, in base alle indicazioni del Ministero dell’Interno. Dismesso il 9 marzo 1992, era divenuto un rifugio pericolante per senzatetto e animali. L’ex carcere è drammaticamente legato alle vicende che videro Ferrara segnata dalla violenza fascista. Il Museo diverrà allora luogo privilegiato in cui conoscere la storia, il pensiero e la cultura dell’ebraismo italiano e una sua sezione sarà dedicata alle testimonianze delle persecuzioni razziali e della Shoah in Italia. Saranno organizzate attività didattiche, manifestazioni, incontri nazionali e internazionali, convegni e mostre.

 

PRESTAZIONI E CERTIFICAZIONI

DATI ENERGETICI

meis735_11

 

  • Consumo energetico (kWh/m2) 118
  • consumo tipo Simulated
  • Impronta di carbonio annuale(kgCO2/m2) 64,73

GBC HB - MEIS

DATI CLIMATICI
meis735_10

 

  • Zona Climatica Temperata/continentale
  • Min. Temperatura (Celsius) -1
  • Max. Temperatura (Celsius) 29

CARATTERISTICHE DI SOSTENIBILITA'

meis735_08
meis735_12

_

_

  • Raccolta delle acque piovane e loro riutilizzo per fini non potabili
  • Utilizzo del materiale riciclato
  • Utilizzo del materiale regionale
  • Raccolta differenziata dei rifiuti da costruzione
  • Raccolta differenziata dei rifiuti degli occupanti l'edificio
  • Controllo automatico della ventilazione
  • Gestione avanzata dei fluidi refrigeranti

DATI OTTENUTI/DA OTTENERE DALLE STRATEGIE SOSTENIBILI ADOTTATE
meis735_03
meis735_07

 

 

Il rispetto del protocollo "GBC  Historic Building" consentirà di raggiungere i seguenti obiettivi :
- Riduzione dell'inquinamento causato dal trasporto su gomma, relatiamente agli approvigionamenti del materiali necessari per eseguire i lavori preferendo acquisti, ove possibile e compatibilmente con le esigenze di cantiere, di materiale regionale;
- Riduzione del consumo di acqua potabile:
- Riduzione del consumo energetico e delle emissioni di CO2: Si è passati dalla prestazione energetica dell'edificio di riferimento, pari a  127 kWh/m², a quella dell' edificio di progetto pari a 118 kWh/m², con un risparmio annuo pari a circa 9000 kWh (dati provvisori).
Il consumo di energia dell'edificio risulta quindi essere pari al 9 % di quello dell'edificio di riferimento.
A quanto di cui sopra va inoltre aggiunto il materiale riclato, il controllo dell'aria e tutto quanto concerne il processo di costruzione.

PERSONE

GRUPPO DI PROGETTAZIONE

meis735_04

 

  • Ingegneri/Architetti
  • Studio SCAPE s.p.a (Progettazione Architettonica e Direzione Artistica)
  • Studio ARCO (Progettazione Strutturale ed Impianti Tecnologici, CSP)

CONSULENTI

 

meis735_05

  • Consulenti per la certificazione Arch. Andrea Valentini LEED AP BD+C GBC HB AP
  • Consulente energetico Dott. Rodolfo Carnicelli
  • Consulente elettrico Ing. Carlo Masciovecchio
  • Consulente illuminotecnico Dott. Rodolfo Carnicelli
  • Consulente acustico Dott. Rodolfo Carnicelli
  • Consulente Ambientale Dott. Rodolfo Carnicelli
  • Appaltatore generale Ferrara S.c.a.r.l.
  • Responsabile della commessa per COAF Geom. Mauro Irti

GALLERIA FOTOGRAFICA

Alcune immagini sono tratte dai seguenti siti:

Fondazione Meis  e Studio Scape Roma